• Centro Morrone Caserta
  • Radiologia Caserta
  • Centro radiologia Caserta
  • Centro Morrone Radiologia computerizzata
immagini tridimensionali del corpo

Medicina Nucleare e PET

Il centro Morrone di Caserta è un polo avanzato e punto di riferimento per Campania e sud Italia nella realizzazione di tomografia a emissione di positroni (PET) e nella realizzazione di TC, scintigrafie, tomoscintigrafie.

Si eseguono tutti gli esami per indagini diagnostiche su stadiazione, monitoraggio e follow up di pazienti affetti da patologia neoplastica utilizzando apparecchiature e metodiche avanzate.

 

Principali esami

 

Presso il Centro Morrone si eseguono:

  • tomoscintigrafia Globale Corporea PET con:

    • [18F] FDG

    • Colina

  • tomoscintigrafia Cerebrale PET con FDG

  • tomoscintigrafia.

Studio PET con Fluoro-Desossiglucosio [18F]FDG.

 

Numerosi studi hanno dimostrato che il tessuto neoplastico in rapida crescita utilizza il glucosio come substrato a fini energetici. Il tessuto tumorale dimostra rispetto al tessuto normale un aumentato metabolismo energetico e, per produrre l’energia necessaria per la sua vitalità, utilizza il glucosio. Il Fluoro-Desossiglucosio [18F]FDG, analogo del glucosio, è assunto dalle cellule tumorali in quantità superiore rispetto alle cellule di tessuto sano: ciò consente d’evidenziare le lesioni neoplastiche che posseggono un elevato metabolismo glucidico.

 

Preparazione ed effetti collaterali

Prima di sottoporsi all’esame PET con [18F]FDG è necessario l’osservazione di un digiuno da almeno 6 ore e la sera prima dell’esame non bisogna assumere carboidrati quali pasta e pane. La durata dell’esame è di due ore circa (60-90 minuti di attesa dopo la somministrazione del radiofarmaco e da 20 a 30 minuti di acquisizione immagini). Dopo la somministrazione del [18F]FDG infatti occorre attendere per consentire al tracciante di accumularsi nelle cellule in funzione del loro metabolismo. In questo tempo di attesa è richiesta una adeguata idratazione con minimo 2-3 bicchieri d’acqua, per favorire l’eliminazione del tracciante che non viene metabolizzato dall’organismo.

Non sono noti effetti collaterali. L’esame tuttavia è controindicato in caso di: intolleranza ai carboidrati o diabete mellito (controindicazione non assoluta); l’esame è sconsigliato se i valori glicemici a digiuno sono superiori a 200 mg/dl. È necessario avvisare al momento della prenotazione se il paziente è intollerante ai carboidrati o è diabetico ed in questo caso il tipo di trattamento in corso.

Studio PET con Colina

 

È ormai noto che alcuni tumori presentano un basso metabolismo glucidico e di conseguenza l’impiego del [18F]FDG non risulta essere ottimale nella stadiazione e ristadiazione della malattia. Per questo motivo sono stati proposti traccianti alternativi per lo studio di queste forme neoplastiche particolari e la Colina è stata validata per lo studio di paziente con storia di neoplasia prostatica.

 

Preparazione ed effetti collaterali

Prima di sottoporsi all’esame PET con Colina è necessario l’osservazione di un digiuno da almeno 6 ore. La durata dell’esame è di circa 40 minuti Non sono noti effetti collaterali.

CENTRO MORRONE srl | 132, Via Marchesiello - 81100 Caserta (CE) - Italia | P.I. 00968030619 | Tel. +39 0823 343806   - Tel. +39 0823 322033 | Fax. +39 0823 341056 | info@centromorrone.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite